Get Adobe Flash player

VISUALE


"visuale" è una delle parole d'ordine della postmodernità. Attraverso il sistema visivo decodifichiamo la realtà fenomenica e continuamente la creiamo, orientando lo sguardo e polarizzando l'attenzione sulle figure e sugli sfondi, sui dettagli e sugli orizzonti.

Sguardi antropologici, clinici, estetici: la politicità dello sguardo non è più sottovalutabile, ritenere il suo un "semplice appoggiarsi" sugli oggetti troppo ingenuo. La selezione delle immagini è atto fondamentale nella invenzione di nuovi discorsi, la composizione di collage visuali collega elementi improbabili evocando nuovi scenari che evadono dalla gabbia della Ragione moderna.

Il "visuale" è duplice: è metodo di indagine antropologica, attraverso rappresentazioni grafiche, fotografie, videoproduzioni, animazioni 2D e 3D utilizzate come strumenti per la registrazione, sempre consapevole e pilotata, delle dinamiche interattive e comunicative nello spazio sociale; ma è anche oggetto di indagine culturale, in quanto modalità espressiva dalle infinite potenzialità espressive e critiche.

Antropologie visuali e geografie della percezione, creazione di scenari che evocano emozioni, pensieri ed esperienze subitanee e indelebili. Il visuale, l'immagine proposta nella sua istantaneità o temporalità, è una modalità di rappresentazione antropologica che permette di equilibrare e contaminare il tradizionale canale epistemologico e comunicativo delle discipline sociali, quello dei pensieri scritti, con la sua struttura argomentativa e lineare. Integrare i prodotti del sistema visivo e cognitivo permetterà di creare rappresentazioni e interpretazioni più pregnanti della realtà sociale e delle sue logiche culturali peculiari.


Materiali:

Costruire mondi

Uso della grafica 3D per fare documentari (presentazione Power Point in pdf - it)

Se avete pochi mezzi e volete fare un documentario o una videoclip, non perdetevi d'animo. Potete usare foto e videoclips 'prese a prestito'e sottoporle a operazioni di 'lifting' e 'chirurgia estetica' per evitare problemi di copyright. Anche se questi problemi non vi toccano, magari vorreste fare una scena con attori e non avete la possibilità di pagarli. Potete risolvere il problema usando attori elettronici, assolutamente gratis (a parte il programma, è ovvio), e anche paesaggi, città, foreste, mari e via dicendo. Potrete ricostruire mondi magari scomparsi da secoli.


Cartoons, media e dibattito antropologico

Ingannare l'ingannatore (presentazione Power Point in pdf - it)

Uno dei personaggi più amati dei cartoons è Wile E. Coyote della Warner Bros in qualche modo un'icona del Sudovest americano. Ma lo sfortunato coyote è anche un trickster? e se sì, è la mercificazione del Coyote nativo o un personaggio degno di rispetto? È un altro caso di 'furto culturale' occidentale e di commercializzazione hollywoodiana, oppure è l'erede dell'umorismo del Profondo Sud degli USA, che trova le sue origini nei bricconi dell'Europa antica e medievale? Il dibattito infuria.


Museologia

Patrioti tradizionali progressisti: immagini indiane dai musei americani e canadesi (presentazione Power Point in pdf - it)

I musei pubblici finanziati dai governi federali canadese e Americano o dai rispettivi stati e province e i musei tribali dipingono un quadro contraddittorio degli indiani americani. Oggetti di raccolte di oggetti artistici o di artigianato raccolti in collezioni vecchie e nuove sottolineano il modi di vita primitivi e antiquati e fanno a pugni con le immagini di progresso economico e tecnologico e con il contributo alla formazione degli USA e del Canada portato dai soldati indiani. Lo stereotipo del 'guerriero' indiano esce dalle pieghe delle uniformi e dalle medaglie guadagnate nelle guerre recenti e fa da contrappunto, un po' ironicamente allo stereotipo dell'indiano come implacabile nemico dell'America bianca.