razzismo's tag archives

Etnicità 16: Chi è indiano? ovvero la guerra tra full blood e mixed blood.

Per i razzisti il dogma razziale spiega le differenze fisiche e comportamentali tra gli esseri umani e li classifica verticalmente su questa base in “razze”, che sono considerate sia “naturali” che volute da Dio. Il dogma razziale impregna profondamente le nozioni popolari di biologia e in particolare la mistica del “sangue”. «Il “sangue” è il mezzo mistico che trasferisce da genitore a figlio caratteristiche fisiche e le qualità morali, intellettuali e psicologiche ad esse legate» (Blu 1980:24)...

Etnicità 2: Etnicità, Razza, Classe e Nazione (Thomas Eriksen)

"Etnicità sembra essere un termine nuovo" affermavano Glazer e Moynian, che segnalavano la sua apparizione per la prima volta nel mondo moderno anglosassone nell'Oxford English Dictionary del 1972. Il suo primo uso è attribuito al sociologo americano David Reisman nel 1953. La parola 'etnico', però, è molto più antica e deriva dal greco ethnos, che a sua volta deriva da ethnikos, che in origine significava 'pagano' nel greco del Vangelo. Fu usato in questo senso in inglese dalla metà del XIV sec...

Baluba a chi? I Luba del Congo (1)

Un ministro italiano, il rozzo e irascibile Zanonato, dopo aver usato come clava, contro chiunque non fosse d'accordo con lui in consiglio comunale, avversari del suo stesso partito, alleati, opposizione, e in città (Padova), attraverso i quotidiani locali, l'epiteto 'baLuba', inteso come insulto, sinonimo di incivile, rozzo e ignorante, adesso si fa notare a livello nazionale scagliando l'epiteto contro alcuni industriali che avevano osato criticarlo in una riunione nazionale, vedi il Corriere ...

Medaglie e sentenze

Nonostante la lentezza esasperante della (in)giustizia italiana, la Corte di Cassazione ci mette del suo e delibera su materia che è allo stesso tempo un’inezia e un concetto di grande importanza: l’espressione ‘non hai le palle’ è definita giuridicamente come insulto, non tanto perché mette in dubbio la virilità dell’avversario quanto la sua determinazione e coerenza, “virtù che a torto o a ragione continuano a essere individuate come connotative del genere maschile”. E’ già grave che i giudic...

La vendetta del Negro (parte 1 di 2)

Ricordo che ogni tanto mia madre canticchiava una sciocca canzoncina dal filmone Anna di Lattuada (1951) dove a un certo punto Silvana Mangano, inneggia al mambo, un ballo cubano, e al ‘negro Zumbòn che balla allegro il baion’. Così il soprannome Il Negro, derivato da quella canzoncina, venne affettuosamente affibbiato al professore di greco e latino, che noi studenti amammo alla pazzia, perché era un siciliano stravagante al Lido di Venezia e l’estate se ne veniva a scuola tutto abbronzato, gra...