Lakota's tag archives

La Donna Ragno (parte 4)

Il ragno appare come motivo costante negli oggetti cerimoniali del cosiddetto Culto dell'Avvoltoio o Culto Meridionale della Morte dei Costruttori dei Templi a Piramide Di Terra del Sudest degli Stati Uniti, antenati dei popoli di lingua Muskogee, Cherokee, Caddo e Siouana orientale attuali. Il ragno appare più spesso inciso nei "gorgets", cioè dischi di conchiglia da portare alla gola ed è sempre associato al cerchio solare e alla croce nelle città sacre dal Tennessee alla Florida e dall'Oklaho...

Un grumo di sangue: idee indigene sulla fecondazione (parte 2)

Le idee mitiche e fisiologiche sul sesso come atto procreativo riflettono l'asimmetria sessuale più o meno forte all'interno delle varie società indiane. Tra i Lakota, per esempio, l'asimmetria è marcata: l'elemento maschile, lo sperma, che in generale gli indiani pensavano come un tipo particolare di sangue, era considerato il più importante nella procreazione. Nutrito dal sangue mestruale, l'elemento maschile dava origine alla vita. Non vi era alcuna idea dell'esistenza dell'ovulo. Così sembra...

Donne pericolose: Donna Doppia, Donna Cerva, Donna Gialla e le altre (parte 1)

La maggioranza degli studiosi della fine del 19° e inizio del 20° secolo fanno riferimento a coloro che, tra i Sioux, sognano della Donna Doppia, Winyana Numpapika, e gran parte degli studiosi successivi si sono basati su questi resoconti. Questa figura mitica non è un concetto monolitico, ma piuttosto un amalgama di aspetti collegati; rappresenta il dualismo, ma si irradia anche in altre direzioni e i vari nomi con cui si presenta nel complesso onirico-mitico Lakota la qualificano come Anuk Ite...

Etnicità 17: Il caso degli Oglala Sioux

La chiusura nelle riserve ha creato tensioni tra il vecchio modo di organizzazione sociale e il nuovo modo, non solo introdotto da svariate generazioni di riformatori federali ma, oggi, anche dalle circostanze. Gli Oglala Sioux hanno tenacemente tenuto in vita la forma modificata della banda tradizionale, chiamata tyospaye e che comprende intorno alle 450 persone imparentate tra loro e che i bianchi chiamano comunità. Parte di questa tenacia viene in parte ascritta da W. K. Powers (1975:123) a u...