economia's tag archives

Tasse ed economia sommersa (parte 3)

Nel suo ottimo articolo Social Crime Revisited (2002) il criminologo John Lea riassume la lunga storia di quello che Hobsbawm chiama per primo ‘crimine sociale’ e constata come con il sorgere e lo svilupparsi del capitalismo una serie di comportamenti sono sempre più criminalizzati, la distinzione tra criminalità e politica, normale vita sociale e crimine diventa più netta. Il crimine predatorio grave diventa l’attività di un sottomondo semiprofessionale e del sottoproletariato, ma il crimine no...

Tasse ed economia sommersa (parte 2)

Ong (1999) definisce la ‘cittadinanza flessibile’ come le logiche e le pratiche dell’accumulazione capitalistica che sono prodotte all’interno di particolari strutture di significato sulla famiglia, il genere sessuale, la nazionalità, la mobilità di classe, e il potere sociale. All’interno di queste logiche e pratiche culturali, la globalizzazione ha indotto una situazione di ‘sovranità graduata’, per cui, anche se lo stato mantiene il controllo sul suo territorio, è anche disposto in alcuni cas...

Tasse ed economia sommersa (parte 1)

Il rapporto tra tassazione, controllo dei pagamenti dovuti allo stato ed economia sommersa, in nero o anche criminale è un tema che è più antico dello stato nazionale, ma che viene trattato in modo scientifico a livello teorico fina da XVIII secolo. I primi autori che analizzano il contrabbando all’interno di un contesto socioeconomico sono due padri fondatori del pensiero occidentale illuminista: Cesare Beccaria e Adam Smith. Che colui che scrisse Dei delitti e delle pene (1764) come critica al...

Alligatori e casinò: Il turismo genera reddito?

Il turismo genera reddito per la comunità ospitante? Vediamo un caso di studio interessante per l'antropologia del turismo. Nel 1983 Max Osceola, Clan Pantera, consigliere tribale seminole e importante imprenditore, disse al Miami Herald: “Dieci anni fa noi lottavamo con gli alligatori, facevamo qualche bambola e cantavamo canzoni per i turisti. Siamo passati dall’età della ruota a quella del jet in dieci anni”. Nel 2001 la Tribù Seminole era una corporation di grandi dimensioni, che operava ci...

Antropologia e business III: il mercante e il Dragone

Una locandina del Centro Estero Veneto mi fa nascere alcune riflessioni sulle possibilità formative/applicative per gli antropologi culturali interessati alle aziende, al business e al rapporto tra cultura, economia e globalizzazione. Si tratta di una serie di quattro incontri per aziende che vogliano impostare una strategia di business in Cina. Le informazioni disponibili sono molto interessanti da una prospettiva di business anthropology (uso l'accezione inglese non per snobismo o amore per l...

bio combustibili e bio masse: quanta confusione!

Paul Bunyan su Facebook scrive "oh grazie, intanto ti faccio un paio di domande. 1) "quanto inquinamento" si crea per generare un KWh di energia elettrica utilizzando biomassa e quanto se ne crea utilizzando centrali a gas o ad altri idrocarburi (lasciamo stare per ora l'alternativa nucleare)? Il "quanto inquinamento" e' ovviamente una questione complessa e articolata. In principio si tratta non solo di quanta CO2 o polveri sottili emetto, ma anche di quanto inquinamento si genera per costruire...

Etnografia storico-economica dei distretti industriali. Il caso Brianza.

Questo post tratta di distretti industriali visti dal punto di vista dell’antropologia economica. Lo fa tramite una recensione commentata dell’importante  volume di Simone Ghezzi (MA, PhD) “Etnografia storica dell’imprenditorialità in Brianza. Antropologia di un’economia regionale” pubblicato nel 2007. Il testo nasce con l’obiettivo di sviluppare una prospettiva etnografico-antropologica che affronti criticamente il processo di formazione delle precondizioni culturali necessarie alla genesi di ...

Chiare, fresche e dolci acque

Durante una scorribanda su FB (Facebook) mi sono imbattuta nel sito di Domenico Finiguerra "ACQUA PUBBLICA". Ne sono stata dolorosamente colpita. Poichè questa campagna sulla Acqua Pubblica e contro la privatizzazione dell'acqua (?) va avanti da un po' di tempo, vorrei fare qualche considerazione. L'acqua (piaccia o no) NON è mai stata un bene pubblico o pubblica, ma è sempre stata privata. A prescindere dalle dimensioni dell'entità sociale - famiglia, clan, tribù o stato - l'acqua grezza (raw)...

Etnografia del capitalismo

C’è qualcuno che riesce a vedere l’antropologia e l’etnografia come degli strumenti concettuali per capire il mondo. Pare scontato, ma spesso non è così. Talvolta la propria amata disciplina è vista come un qualcosa avente autonomia propria, piuttosto che come un qualcosa che può crescere, e avere senso, solamente se rivolta e relazionata verso il mondo. Compito delle discipline infatti dovrebbe essere quello di permetterci di comprendere meglio e risolvere i problemi del mondo reale in cui vivi...