ecologia's tag archives

Ecologia fascista (7): L’ecologia fascista in contesto

Per rendere questa deprimente e sconfortante analisi più appetibile, vi è la tentazione di tirare proprio la conclusione sbagliata - cioè, che anche la politica più riprensibile talvolta produce risultati lodevoli. Ma la vera lezione è proprio l'opposto: anche la più meritevole delle cause può essere pervertita e strumentalizzata al servizio della barbarie criminale. Questa ala "verde" della NSDAP non era un gruppo di innocenti, idealisti confusi e manipolati o riformatori dall'interno; erano co...

Ecologia fascista (3): Il Movimento giovanile e l’era di Weimar

Il principale veicolo per far diventare preminente questa costellazione ideologica fu il movimento giovanile, un fenomeno amorfo che giocò un ruolo decisivo ma fortemente ambivalente nella formazione della cultura popolare tedesca durante i primi tre tumultuosi decenni di questo secolo. Anche noto come Wandervögel (che si traduce più o meno come "liberi spiriti vaganti"), il movimento giovanile era un calderone di elementi controculturali, mescolando neo-romanticismo, filosofie orientali, mistic...

Sciopeti preistorici

L’Agenzia Ansa riportava qualche giorno fa una notizia ripresa dai quotidiani sulla straordinaria avventura dei semi di una piantina del Pleistocene del genere Silene, riportata in vita dagli scienziati russi e ungheresi. Per un resoconto dettagliato vedere il Corriere della Sera , mentre per un abstract fatto dagli stessi scienziati della scoperta dei semi nel 2007 è utile vedere qui .In sostanza nell’area siberiana di Kolyma, famigerata per i gulag sovietici, in una tana di scoiattolo preistor...

Notizie e psicosi.

Tempo di referendum, tempo di considerazioni. E' di queste ore la notizia, solo in parte riportata dai media italiani, che sembra siano stati dei germogli di soia la causa dell'epidemia killer di e-coli che ha già provocato in Germania 22 morti e più di 2200 contagiati. In attesa di essere certi del colpevole (visto che il primo capro espiatorio, i cetrioli spagnoli, sono risultati innocenti), mi preme sottolineare la parte "censurata" della notizia, ovvero quella che è stata omessa dai media it...

bio combustibili e bio masse: quanta confusione!

Paul Bunyan su Facebook scrive "oh grazie, intanto ti faccio un paio di domande. 1) "quanto inquinamento" si crea per generare un KWh di energia elettrica utilizzando biomassa e quanto se ne crea utilizzando centrali a gas o ad altri idrocarburi (lasciamo stare per ora l'alternativa nucleare)? Il "quanto inquinamento" e' ovviamente una questione complessa e articolata. In principio si tratta non solo di quanta CO2 o polveri sottili emetto, ma anche di quanto inquinamento si genera per costruire...

Antropologia ecologica II: cradle to cradle

Alcuni pensatori "ecologici", antropologi inclusi, sono anti-umani (piccolo esempio). Lo sono nel senso che ritienegono Homo Sapiens Sapiens una specie che sta distruggendo il pianeta alla stregua di un cancro: il peggior animale possibile, autolesionista, perché mette in pericolo il proprio ambiente. Una specie non degna di nessuna fiducia in quanto a capacità concreta di governare, almeno in parte, il proprio sviluppo. Mosso da avidità, hybris, nessuna consapevolezza riguardo alle reali logich...

Antropologia ecologica I: ecologia profonda

Questo contributo inaugura una serie di post su alcune ecofilosofie che formano, variamente selezionate e combinate, parte del discorso sull'ecologia e sul rapporto uomo-pianeta (antropologia ecologica). Ritengo siano interessanti perchè aiutano a riconoscere, nel discorso pubblico e nelle diatribe tra gruppi politici, commentatori, esperti e attivisti, alcuni presupposti, riferimenti e conseguenze degli argomenti proposti non sempre facilmente comprensibili nei tempi fulminei della comunicazion...

Terzo Veneto. Antropologia e paesaggio in Veneto

Segnalo questo documento di Nadia Breda utile per far nascere qualche riflessione attorno ad un'antropologia del paesaggio veneto Lo sviluppo industriale e distrettuale del nord est, luogo del miracolo economico che fa transitare dall'agricoltura alla manifattura, lascia segni peculiari grazie a quella forza politica e burocratica che ha il fine di costruire il giusto contesto affinchè al suo interno possano essere articolare logiche economiche secondo efficienza, produttività e crescita. ...

Nuovi stili di vita: riflessioni antropologiche, ecologiche, tecnologiche

Guardando oggi MTV ho visto il video che linko qui sotto. Tratta del progetto di alcuni ragazzi che hanno deciso di andare a vivere in montagna ristrutturando (o meglio, ricostruendo) un vecchio rudere in una borgata abbandonata in Val di Susa, a Torino, per trasformarlo in un ecovillaggio. L'esigenza di spostarsi dalla città alla montagna re-impostando completamente la propria vita lavorativa e relazionale nasce dalla presa di coscienza, individuale, di quanto la qualità di vita nelle città sia...