Cina's tag archives

Etnicità 31. W.H. McNeill: Polietnicità pre-moderna e omogeneità etnica (parte 3).

Nonostante la Cina sia caratterizzata da una notevole disomogeneità etnica per ragioni storiche, come mai, si chiede McNeill si ha l'impressione che la civiltà cinese abbia ottenuto e mantenga una coesione ben maggiore di quanto sia vero a confronto con le civiltà dell'Europa, dell'Asia occidentale e dell'India? In realtà questo è il risultato del modo in cui fu istituzionalizzato il Confucianesimo. L'ammissione all'elite burocratica cinese venne a dipendere non tanto da uno status ereditario q...

Etnicità 30. W.H. McNeill: Polietnicità pre-moderna e omogeneità etnica (parte 2).

Nella prima parte abbiamo visto la formazione di gruppi etnici in Occidente e soprattutto in Medio Oriente nell'antichità. Molto più lontano dal centro mediorientale la mescolanza e la complessità dei raggruppamenti umani diminuisce e si può trovare qualcosa di analogo allo stato-nazione moderno in luoghi sufficientemente remoti o marginali. Il Giappone, per esempio, non fu mai invaso con successo da gruppi esterni dopo che gli antenati dei giapponesi si stabilirono su quelle isole in epoca prei...

Cina: l’albero dei soldi (4): Guan Yu, dio di commercianti, poliziotti e mafiosi

Il dio guerriero della ricchezza è Guan Yu (关羽), noto anche come Kuang Kung, anche lui è un uomo diventato divinità: era un generale vissuto durante il periodo dei Tre Regni, ed è rappresentato da solo in piedi con una spada oppure seduto che legge. E’ anche conosciuto con i nomi di Guan Yu (关羽), Guan Di (关帝), Guan Gong(关公). Le imprese di Guan Yu, nome completo Guan Yunchang (關雲長; 162 – 219), sono raccontate nel Romanzo dei Tre Regni (三國演義, San guo zhi yan yi), scritto da Luo Guanzhong nel 300 d...

Cina: l’albero dei soldi (2): giochi di parole

Gli archeologi che hanno trovato i più antichi alberi dei soldi nelle tombe della Cina sudoccidentale fin dalla dinastia Han (206 a. C -220 d.C.), pensano che servissero per guidare l’anima del defunto in cielo fornendo il supporto economico per arrivare fin là. Molti di questi alberi dei soldi, come quello del MOA di Torino, sono stati scoperti dagli archeologi in aree dello Sichuan dove era fiorita la setta religiosa taoista Wudoumi Dao (Cinque beccate di riso), o Via del Maestro Celeste fonda...

Cina: l’albero dei soldi (1)

Con la crisi attuale e la teoria sulla ‘decrescita felice’ promossa da un accademico francese comodamente acquattato nel suo studio prestigioso, da dove sforna teorie per acchiappare diritti d’autore, ben sapendo di non dover pagare mai le conseguenze delle fesserie che scrive, viene bene un interessante post da un blog . In effetti, per poter avere un welfare triplicato e pagato dalla deindustrializzazione dell’Italia, ossimoro economico quant’altri mai, ci vorrebbe l’albero dei soldi. Sembrere...

Terre Rare e Profitti Abbondanti – parte 6. Lo spazio, ultima frontiera

Il 20 luglio 1969 Neil Armstrong posava il piede sulla superficie lunare del Mare Tranquillitatis. Al suo ritorno sulla Terra l'Apollo 11 riportava 22 kg di materiale, incluse 50 rocce, campioni della fine polvere lunare e due "tubi di carotaggio" contenenti materiale preso a 13 centimetri sotto la superficie lunare. I due principali tipi di rocce, basalti e brecce, furono presi dal sito di atterraggio dell'Apollo 11. I basalti (rocce ignee di colore grigio scuro che formano quelle che n...

Terre Rare e Profitti Abbondanti – parte 5. I nuovi siti minerari

Ricapitoliamo facendo un elenco dei prodotti che utilizzano REE. Come abbiamo visto nella precedenti puntate, l'importanza delle REE nell'industria bellica e hi-tech è strategica. Il fatto che le proprietà chimiche rendano le REE indispensabili e non rimpiazzabili in molte applicazioni elettroniche, ottiche, magnetiche e catalitiche le rende materiali di importanza cruciale e il monopolio delle stesse in mano a una qualunque potenza è oggi un problema strategico non procrastinabil...

Terre Rare e Profitti Abbondanti – parte 4: Neodimio, Samario e Yttrio

Nel 1994 il Pentagono ebbe la furba idea di vendere il suo eccesso di materiali grezzi per 7 miliardi di dollari anche se già si vedevano i primi sintomi della tendenza della Repubblica Popolare Cinese ad utilizzare la leva delle REE come un'arma. (cfr: Peter Robison & Gopal Ratnam, Pentagon Loses Control of Bombs to China Metal Monopoly, Sep 30, 2010). Lasciare che la Cina diventasse monopolista nella produzione di REE e dettasse le condizioni di accesso a questi materiali, non fu certo una gra...

Terre Rare e Profitti Abbondanti – parte 3: Neodimio

Visto che il Neodimio è componente fondamentale della "green economy" perché presente nelle auto elettriche o ibride e nelle pale eoliche, vediamo subito che problemi può comportare in quanto sostanza. Dal punto di vista tossicologico il Neodimio in polvere è una sostanza che reagisce vivacemente all'aria tanto da incendiarsi spontaneamente in opportune condizioni. I composti del Neodimio rientrano nella categoria dei materiali a rischio esplosione. I composti del Neodimio, anche se poco studia...

Terre Rare e Profitti abbondanti – parte 2: Neodimio

La nostra escursione nel mondo delle Terre Rare (REE), continuerà prendendo in esame alcuni elementi chiave di questo gruppo la cui importanza è spiegata dalla seguente frase di Deng Xiao Ping: “Il Medio Oriente ha il petrolio, la Cina ha le Terre Rare.” Neodimio Costo, puro: $ 420 per 100 g. Il Neodimio, simbolo chimico Nd, numero atomico 60, configurazione [Xe]4f4 6s2, peso atomico 144,242 uma, è un metallo di transizione della serie dei Lantanidi, tenero (VH = 343 MPa), argenteo che i...